Chiamaci ora! 030 6153529/030 5050117

Casa, boom di transazioni nel secondo trimestre
Rispetto allo stesso periodo del 2015 le compravendite sono balzate del 21,8%, migliorando il già consistente +17,3% del primo trimestre. Il mercato della casa ha visto un incremento del 22,9%, il produttivo del 28,7%, il terziario del 14,7% e il commerciale del 12,9%. Grandi città protagoniste
di Teresa Campo

Casa
Nuovo rialzo importante del mercato immobiliare italiano nel secondo trimestre di quest’anno. Rispetto allo stesso periodo del 2015 le compravendite sono balzate del 21,8%, migliorando il già consistente +17,3% del primo trimestre. In particolare, il mercato della casa ha visto un incremento del 22,9%, il produttivo del 28,7%, il terziario del 14,7% e il commerciale del 12,9%.

Molto positivo l’andamento del mercato residenziale nelle grandi città, soprattutto a Bologna (+33,5%), Milano (+29,7%) e Napoli (+25,3%). A segnalarlo è la nota trimestrale dell’Omi, l’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate che analizza l’andamento del mercato del mattone italiano.

Più in dettaglio, il +22,9% registrato dalle compravendite del settore residenziale, che fa il paio con il +20,6% del primo trimestre, sta riportando il mercato ai livelli di compravendita antecedenti la crisi del 2012. La ripresa nel comparto abitativo è più accentuata a nord (+24,9%), che rappresenta oltre la metà del mercato complessivo, seguita dal sud (+20,8%) e dal centro (+20,7%). Anche le pertinenze mostrano una crescita a doppia cifra del +23,2%.

Lo sviluppo del mercato della casa è ancora più marcato nelle otto maggiori città italiane. Spicca, in particolare, il dato di Bologna, che dopo il balzo di 12 punti percentuali nel primo trimestre, cresce di altri 14 punti, facendo segnare un incremento del 33,5%. Seguono Milano, che sfiora una variazione del 30% (+29,7%), Napoli (+25,3%), Torino (+24,3%) e Firenze (+23,3%). Crescita a doppia cifra, sebbene ridimensionata rispetto alle altre città, anche per Roma (+12,4%) e Palermo (+12%).

Bene anche il resto del mercato immobiliare e cioè uffici, negozi e capannoni, con un aumento complessivo del 16,4% rispetto allo stesso trimestre del 2015. Il tasso di crescita più elevato, nonostante sia riferito a un numero contenuto di scambi, è quello del settore produttivo, con un rialzo del 28,7%. Aumenta, inoltre, il volume delle transazioni per il settore terziario (+14,7%) e per il comparto commerciale che guadagna il 12,9%.

fonte: milanofinanza.it

 
 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi